Questo sito si avvale di cookies, anche di terze parti, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web. Chiudendo questo banner o continuando nella navigazione all'interno del sito, acconsenti all’uso dei cookie.

Orario s Messe SX

Orari apertura Oratorio SX

Prossimi appuntamenti

Nessun evento
Agosto 2019
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Comunità Nuova e 7

Briciole di Missione

Ultimo Briciole Missione

Il Papa e Vescovo

Le Parole del Papa e del Vescovo

Letture Rito Ambrosiano

letture ambrosiano

Galleria Foto

Video

You Tube

Cerca

Il Gruppo Liturgico

“§ 3. Ogni parroco ha la responsabilità ultima della vita liturgica nella sua comunità e farà del suo meglio per promuoverla, coadiuvato dagli altri presbiteri e avvalendosi della collaborazione del gruppo liturgico e di tutti gli altri operatori della liturgia.” (Sinodo 47º).

Il Gruppo Liturgico, attualmente si riunisce per preparare le celebrazione liturgiche più importanti dell’Anno Liturgico: Avvento-Natale-Quaresima-Pasqua. Inoltre si preoccupa di predisporre un calendario dei lettori per ogni messa domenicale e feriale. Il Gruppo si forma partecipando agli incontri diocesani e zonali che vengono promossi durante l’anno.

Dalla nascita della Comunità Pastorale il Gruppo si ritrova anche con gli altri gruppi liturgici di Biassono e Sovico che formano così la “Commissione Liturgica della Comunità Pastorale” e ci si ritrova per programmare gli incontri comuni: le Quarantore; la Via Crucis della Comunità Pastorale, la Festa della Comunità Pastorale, la processione eucaristica del Corpus Domini.

Leggi tutto...

Il “Decalogo” della Domenica

di + Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini

IO SONO IL GIORNO DEL SIGNORE, DIO TUO.
IO SONO IL SIGNORE DEI TUOI GIORNI.

  1. Non avrai altri giorni uguali a me. Non fare i giorni tutti uguali. La domenica sia per te, fratello o sorella cristiana, il giorno libero da tutto per diventare il giorno libero per Dio e per i fratelli.
  2. Non trascorrere la domenica invano, drogandoti di televisione, alienandoti nell’evasione, caricandoti di altra tensione.
  3. Ricordati di santificare la festa, non disertando mai l’assemblea eucaristica: la domenica è la pasqua della tua settimana, il sole, l’eucaristia e il cuore è Cristo risorto.
  4. Onora tu, padre, e tu, madre, il grande giorno con i tuoi figli!
  5. Ma non imporlo mai, neanche ai minori, e non ricattarli.
  6. Contagia loro la tua gioia di andare a messa: questo vale molto più di cento prediche.
  7. Non ammazzare la domenica con il doppio lavoro, soprattutto se remunerativo: non violarla né svenderla, ma vivila “gratis et amore Dei” e dei fratelli.
  8. Considera il giorno del Signore “il momento di intimità fra Cristo e la Chiesa sua sposa”, come ha detto il Papa; se sei sposato o sposata, coltiva la tua intimità con il tuo coniuge.
  9. Non rubare la domenica a nessuno, né alle colf, né alle badanti, né ai tuoi dipendenti. E non fartela rubare da niente e da nessuno, né dal denaro, né dal culturismo, né dai tuoi datori di lavoro.
  10. Non dire falsa testimonianza contro il giorno del Signore.
  11. Non vergognarti di dire ai tuoi amici non credenti che non puoi andare da loro in campagna o con loro allo stadio perché non puoi rinunciare alla messa.
  12. Non desiderare la domenica degli “altri”, i ricchi, i gaudenti, i bontemponi. Desidera di condividere la domenica con gli ultimi, i poveri, i malati.
  13. Non andare a messa solo perché è festa, ma fa’ festa perché vai a messa.

(tratto da “L’Emanuele”)